rientro 1 rientro 2 rientro 3

Rientro alla grande.

Ben tornati! Il nostro blog “Appunti di cotone” riprende oggi la sua programmazione, prendendo spunto proprio dal candore del fazzoletto di stoffa.

Quale superficie migliore per fissare qualche consiglio utile per riprendere la vita quotidiana con serenità e slancio, tenendo alla larga stress e sindrome da rientro?
Sì, perché esiste anche questa tipologia di disturbo. Gli inglesi la definiscono post vacation blues, un ammasso incontrollabile di brutte sensazioni che colpisce un italiano su due. Secondo i recenti sondaggi, infatti, il ritorno in città è per la metà degli italiani all'insegna dell'ansia (23%) e della preoccupazione (28%). Il 27% è addirittura depresso e solo il 21% si dichiara sereno. Come si manifesta la sindrome? Principalmente con stanchezza, dolori, svogliatezza, malinconia e mancanza di concentrazione.

 

Bene, fazzoletto alla mano, cerchiamo subito di rimediare.
Curate l'alimentazione: riabituare l'organismo a una corretta alimentazione è necessario per smaltire gli eccessi della vacanza e mantenere alta la vitalità. Assicurate quindi al vostro corpo il giusto apporto di sostanze nutritive, prediligendo grandi quantità di frutta e verdure fresche e di stagione.

Fate movimento: dedicatevi ogni giorno a una leggera attività fisica per mantenervi attivi e non interrompere i benefici raggiunti grazie alle nuotate al mare o alle passeggiate in montagna.

Riprendete con gradualità: non tutte le cose sono così urgenti. È inutile strafare, meglio riprendere le normali attività con calma, evitando una full immersion nel lavoro o nello studio.

Spazio all'aromaterapia: provate a mettere sul vostro fazzoletto in cotone qualche goccia di olio di rosmarino. La sua essenza è un toccasana per trovare la carica giusta per affrontare la giornata.

Fate un cambiamento nella vostra vecchia routine: basta anche un orario diverso, un percorso modificato, un’abitudine di comportamento variata per non farvi percepire la pesantezza della “vecchia solita vita” e dare un’idea di novità.

Programmate il prossimo viaggio: che sia una vera vacanza, un weekend o solo una gita non importa, vi darà la spinta per andare avanti!

 

Fonte immagini: web